Marco B e Enzo A

In questo articolo riportiamo parte di una intervista fatta da Hospitality News ad Enzo Aita e Marco Baldan.
I punti principali riguardano l’annuncio della nuova collaborazione fra i due e la nascita del concept HotelsPeople.

Nel 1996, Nozio con il nome Netplan, ha iniziato a offrire servizi di web marketing al settore turistico-alberghiero realizzando portali b2c di promozione e siti ufficiali di hotel, avendo fin dall’inizio capito che il processo di Disintermediazione attivato dalla rete avrebbe generato maggior valore sia per i viaggiatori che per gli albergatori e le loro destinazioni e l’accorciamento della filiera distributiva avrebbe riservato grandi benefici riassunti poi nella Carta dei Valori.

Oggi, con il portale b2c Nozio.it, promuove gratuitamente oltre 70.000 siti ufficiali di hotel nel mondo e garantisce a oltre 50.000 Nozio Travellers la possibilità di prenotare dai siti ufficiali degli hotel affiliati alle tariffe più basse del mercato. Con Nozio Business, invece, vengono affiancati oltre 1000 hotel in Italia e all’estero nelle loro strategie di web & digital marketing e on-line distribution con l’obiettivo di ottimizzare la visibilità, il posizionamento e la redditività delle vendite nei rispettivi contesti di mercato.

Per affrontare un futuro ricco di importanti sfide dovute alla competitività sempre maggiore da parte delle OTA, al consolidamento dei comparatori di prezzo, all’espansione del Social Travel e del mobile, l’azienda guidata da Marco Baldan ha pianificato una serie di attività, sia in ambito b2c che b2b, per mantenere Nozio tra i più importanti operatori del travel on-line a supporto della distribuzione diretta e ha ritrovato Enzo Aita con cui presenterà al mercato, attraverso un progetto di eventi (Live e Webinar) che prenderanno il nome di Hotels People, la nuova condivisa visione di futuri scenari della distribuzione online da cui nasce il concetto di The Next Hotel Marketing Standard.

D – Come era il settore alberghiero quando Nozio ha incominciato la sua attività e cosa è cambiato da allora?

Marco Baldan – Quando abbiamo iniziato il mercato turistico era ancora presidiato dai grandi tour operator, dai grossisti, dalle agenzie di viaggio, attori che utilizzavano prevalentemente l’infrastruttura tecnologica dei GDS per distribuire il prodotto turistico. Il viaggiatore viaggiava un pò alla scoperta, fidandosi del suo operatore di fiducia e avendo poche informazioni a sua disposizione durante la definizione del viaggio. La successiva diffusione di internet ha innescato profondi cambiamenti nell’ossatura del sistema e il settore alberghiero si è trovato piuttosto impreparato ad affrontare questi cambiamenti e a coglierne le opportunità. E’ per questa ragione che, nonostante la rete sia lo strumento ideale per disintermediare, abbiamo assistito alla nascita dei nuovi canali di intermediazione che si sono sostituiti a quelli tradizionali senza portare benefici economici al settore. Sono, infatti, ancora una nicchia quegli albergatori che in questi anni hanno saputo sfruttare la rete a beneficio della loro impresa. Oggi è necessario investire in soluzioni efficaci per la definizione e l’attuazione delle strategie distributive e nell’implementazione delle competenze interne al fine di accrescere i risultati. Il comportamento del viaggiatore ha stravolto le logiche della distribuzione portando un contributo positivo al miglioramento del prodotto/servizio passando da spettatore a protagonista. Il turista oggi è un attore protagonista del mercato. Parliamo di un consumatore attivo e consapevole, un ConsumAttore: i viaggiatori oggi sono i primi generatori di contenuti con le recensioni. È fondamentale quindi avere un prodotto valido come base per arrivare al successo piuttosto che giocare con il prezzo al ribasso secondo il modello imposto dalle OTA.

Enzo Aita – Quando ho incontrato NOZIO nel 2003, si chiamava Netplan e internet in Italia cominciava seriamente ad avere il peso e l’importanza che già in altri mercati aveva raggiunto. Le OTA avanzavano con Traveleurope, Hotels.com, Venere, e noi invece già predisponevamo quello che oggi poi è diventata una effettiva rivoluzione e cioè “la vendita diretta”. Creare per l’Albergatore un ulteriore canale di distribuzione “proprietario” attraverso il quale ritagliarsi una fetta di mercato importante e garantirsi un ruolo da protagonista nell’Online Travel Distribution. Nella prima fase di Internet il viaggiatore comprava ciò che gli veniva proposto nello stesso modo con cui lo faceva anche prima ma gli albergatori potevano raggiungere un audience più ampio a basso costo. Poi è arrivata la seconda fase quando gli imprenditori alberghieri hanno compreso, chi più chi meno, questa nuova opportunità. Tutti hanno iniziato a entrarci ma con i guanti di velluto: investo si, ma solo sul venduto certo. Purtroppo questo approccio non ha favorito la crescita dell’impresa per quanto riguarda la vendita diretta ma bensì ha dato man forte e tanto Revenue alle OTA che sono diventate di fatto dominatori dell’online travel. Nella terza fase, i viaggiatori sono diventati veri e propri “Ambassador’s” delle strutture ricettive e delle destinazioni e i siti di recensione e i social network, strumenti di marketing globale potentissimi i cui fruitori, da viaggiatori internauti, si sono evoluti in “Influencers”. La quarta fase di internet, attualmente in atto, è quella della rivendicazione da parte degli albergatori della forza dell’offerta. In qualsiasi settore economico esiste una domanda e un offerta ed entrambe le parti hanno pari potere. Gli imprenditori fino ad oggi hanno sempre sfruttato internet come uno strumento in più sul quale rischiare ed investire in maniera moderata, oggi finalmente vedo che questo scoglio psicologico è stato superato ed i frutti cominciano ad emergere. Piccoli B&B, grandi alberghi, gruppi, già da qualche tempo investono in maniera importante per raggiungere un equilibrio nella distribuzione ed evitare di essere intermediario-dipendenti.

Per continuare a leggere vai all’articolo completo: www.hospitality-news.it

Condividi con i tuoi amici

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmailfacebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
© 2014 HotelsPeople ... real people matter!
Top
Seguici: